17 Gen
2014
Posted in: Monumenti
By    No Comments

Rimini, i principali monumenti e musei da visitare

Visitare Rimini, tra monumenti e musei disseminati tra le vie del centro storico della cittadina, è un’esperienza con risvolti molto piacevoli per i turisti che vogliono cogliere sfumature e caratteristiche di una città famosa per le sue spiagge e tanti divertimenti per ogni età.

Chi sceglie un hotel a Rimini come l’Hotel Estate a Torre Pedrera potrà unire un soggiorno estremamente rilassante – fuori dalla confusione e dalla zona a traffico limitato del centro storico – con interessanti passeggiate alla scoperta degli itinerari culturali riminesi.

L’hotel di Torre Pedrera – situato esattamente in Viale San Salvador – dista solo 8 chilometri dall’Arco d’Augusto, punto focale delle visite nel centro storico di Rimini, e mette a disposizione dei suoi ospiti un comodo parcheggio sorvegliato dove lasciare l’auto durante il soggiorno.

L’Hotel Estate dispone anche di piscina, spiaggia privata con miniclub e zona benessere, per cui, l’unico motivo valido per allontanarsi dalle 4 stelle dell’albergo sono questi itinerari storici dentro Rimini.

Iniziare la conoscenza di Rimini con l’itinerario romano è il modo migliore per seguire le tappe evolutive della città fondata, per l’appunto, in epoca romana. Passeggiando per la città il consiglio è di non perdere, dunque, gli scavi della Domus del Chirurgo in Piazza Ferrari, il Ponte di Tiberio sul fiume Marecchia, la Porta Montanara e l’anfiteatro romano.

Lungo la strada s’incrociano anche monumenti  medioevale – altra epoca dove Rimini ebbe una forte importanza nella storia italiana – come il Castel Sismondo, i resti della Cattedrale di Santa Colomba ed il Tempio Malatestiano, dove ammirare il Crocifisso di Giotto.

Infine, se preferite conoscere meglio quali sono le architetture moderne da conoscere a Rimini, dovreste fermarvi ad osservare luoghi come il Grand Hotel di Piazzale Fellini ed il Palazzo Ghetti in stile neoclassico, sede oggi degli uffici comunali vicino all’Arco d’Augusto.

Comments are closed.